I dimenticati dell’arte. Vincenzo Rabito, l’analfabeta che diventò scrittore By Ludovico Pratesi

I dimenticati dell’arte. Vincenzo Rabito, l’analfabeta che diventò scrittore By Ludovico Pratesi

da www.artribune.com
di Ludovico Pratesi

PROVENIENTE DA UNA FAMIGLIA UMILE, SOLO IN TARDA ETÀ VINCENZA RABITO SI È SEDUTO DAVANTI A UNA MACCHINA DA SCRIVERE, DANDO FORMA AL ROMANZO “TERRA MATTA”, DIVENTATO RAPIDAMENTE UN CASO LETTERARIO

È possibile per un analfabeta diventare scrittore? Sembra una contraddizione in termini, eppure è successo a Vincenzo Rabito (Chiaramonte Gulfi, 1899-1981), uno dei casi letterari più eclatanti della storia della letteratura italiana. La vita del giovane Vincenzo non è tra le più facili: nasce alla fine dell’Ottocento da una famiglia umile nel paese di Chiaramonte Gulfi, nella Sicilia profonda. Fin da giovanissimo, invece di andare a scuola, lavora in campagna …

leggi tutto